Un provider italiano, che vanta una delle reti in fibra full-IP di nuova generazione più vasta d’Europa, si è rivolta a CIE Telematica per sviluppare un nuovo progetto.
La richiesta del cliente in questione era di trovare una tecnologia che fosse in grado di offrire servizi Ethernet su tre differenti tecnologie – SHDSL, VDSL, Ethernet, con un device pronto per implementazioni tecnologiche future.
Per questo progetto, abbiamo pensato ad una soluzione mono-prodotto con slot uplink modulare, in grado di supportare differenti tecnologie di accesso, quali GbE/10GbE, SHDSL, VDSL, PDH/SDH.

Il prodotto con queste caratteristiche che  fa parte delle soluzioni RAD per Service Assured Access è ETX-2i, un demarcation device NID/NTU di ultima generazione e  ibrido L2/L3, con funzionalità D-NFV.

Trai vCPE, il nuovo membro della famiglia degli ETX, offre servizi Ethernet direttamente alla customer premises in reti di accesso Ethernet native su diversi tipi di infrastrutture. Offre Carrier-grade packet e servizi TDM per carrier, operatori mobili e wholesalers, nell’intento di offrire ad i loro clienti una soluzione unica per offrire servizi Ethernet  business SLA-based su qualsiasi tecnologia.

ETX-2i offre servizi Ethernet E-LAN, E-Line, E-Tree e E-Access su interfacce FE/GbE e anche attraverso linee di accesso SHDSL, PDH e SDH. ETX-2i supporta funzionalità di Bridge integrate, che permettono il pieno supporto di servizi E-LAN, E-Tree e anche di strutture ad anello. Oltre alle funzionalità L2, ETX-2i garantisce funzionalità opzionali di router embedded per supportare servizi L3 basati su VRF.
L’ETX-2i supporta un set completo di strumenti  CE 2.0-certified Ethernet service che consentono, al provider dei servizi di fare classificazione del traffico  e di ottimizzare le sessioni TCP; inoltre il device supporta una ricca offerta di funzionalità per garantire livelli di QoS, con misurazioni relative alle performance OAM e Performance Monitoring precise la microsecondo.

I dati registrati ed i report sono raccolti ed elaborati dalla piattaforma RADview, un sistema di management basata su Windows, modulare, client-server e scalabile, che risulta utile sia in caso di distributed network topology che in caso di single-station configuration.

RADview è costituito da diversi moduli, che sono  il Management System (EMS/NMS) con capacità FCAPS (Fault, Configuration, Administration, Performance and Security); Service Management, che con un semplice  point-to-click  permette di creare servizi Ethernet E-line, E-LAN e E-Tree, di monitoring, e assicura SLA per i network costruiti con le famiglie di prodotto RAD ETX-2 ed ETX-5; Performance Monitoring, sistema di monitoraggio per garantire gli SLA, che registra  nel tempo le performance dei servizi Ethernet attraverso la raccolta di dati relativi ai KPI; ed infine D-NFV Orchestrator and Network Planner, che crea, configura e gestisce  le macchine virtuali sul modulo D-NFV X.86 all’interno dei device customers edge di RAD. Queste funzionalità comprendono la gestione delle VF (virtual function) application certificate da RAD, come routers, crittografia, firewall, ecc.. e l’amministrazione del flusso di traffico tra porte fisiche e switch virtuali.

Aggiungendo uno slot modulare nel CPE,  le funzionalità di D-NFV sono in grado di trasformare un device customer edge in un vCPE, senza la necessità di cambiare tutta la rete hardware.